Chiesa dei poveri

Le nostre Preghiere di Strada, ogni domenica alle 12,45 nella chiesa dei poveri che abbiamo costruito con Padre Rovo, accanto alla casa famiglia, Padre Max ci accompagna in un cammino Cristiano fatto di semplicità nell' uguaglianza e nella fratellanza. Nella lotta disperata per la sopravvivenza troviamo Gesù.  Con Lui , sulla strada, non abbiamo paura. E' una Messa povera che vive tutti i giorni nelle aree laboratorio che producono sopravvivenza per chi è abbandonato e vive con noi. C'è una Messa povera ogni domenica,  dove Isa intreccia il salice con le mani, dove un falco ci dona il suo volo, dove stretti  alla croce  ascoltiamo il richiamo alla preghiera islamica,  il suono del corno degli ebrei, e la voce degli zingari ci ricorda  che Dio è uno solo, per tutti, dove dividiamo in parti uguali il ricavato delle offerte ottenute dalle nostre opere di artigianato, e così la disperazione ci sembra più dolce, l' abbandono ci sembra più dolce, l' ingratitudine ci sembra più dolce.

PREGHIERA DI STRADA DEL 19 NOVEMBRE

Vorrei semplicemente pregare per la mia mamma che non c’è più.
Francesca

Io vorrei pregare per il mio papà che è morto in Somalia la settimana scorsa.
Preghiamo per lui.

Signore ti vogliamo pregare per la nostra malvagità, mandala via da noi.
Per la nostra superbia.
Aiutaci a vedere i figli di Ecrem, lo zingaro, non come essere fastidiosi da allontanare o come poveri insistenti nel chiedere l’elemosina.
Fa che non li consideriamo una cosa non elegante, una cosa che da fastidio.
Fa che li vediamo come figli tuoi, come figli nostri e che impariamo a volergli bene per le caratteristiche che tu gli hai dato, per l’istinto che gli hai dato, per la dolcezza e l’ingenuità con cui cercano di combattere la fame e la disuguaglianza.
Per questo noi ti preghiamo.
Ultimo

Ti vogliamo pregare per tutti i popoli che hanno fame, per i tutti i popoli che non possono toccare con mano l’uguaglianza e la fratellanza, dagli sempre la forza di combattere, di lottare e di credere e avere fiducia nel Dio unico che ci guida.
Nel Dio che ci ha insegnato che dobbiamo vivere nell’uguaglianza e nella fratellanza.
Tieni vicino a te i fratelli Debu e Tuareg, i figli di Solimano, che sono venuti qua, hanno mangiato con noi e ora soffrono nel deserto, fa anche abbiano la dignità che meritano.
Fa che capiscano che l’unica speranza e l’unica forza che hanno e che ti gli hai dato è la fratellanza fra di loro, l’unità fra di loro, la fede nel Dio unico.
Per loro e per tutti i popoli noi ti preghiamo.
Ultimo

Io vorrei fare una preghiera per tutte quelle persone che giudicano senza sapere e a quelle che disprezzano la povertà.
Queste persone non hanno mai visto cosa significa vivere in maniera povera e vivere sotto il costante giudizio di tutti.
Nello stesso tempo vorrei pregare anche per tutte quelle persone che invece ci credono nella povertà, credono nella gioia della povertà.
Tutti qui siamo poveri, ma siamo comunque felici, non abbiamo bisogno di case o di soldi, non ne abbiamo bisogno.
Viviamo lo stesso e viviamo felici.
Per questo io voglio pregare.
Patrizia

PREGHIERA DI STRADA DEL 5 NOVEMBRE

Signore ti preghiamo per quelli che non ci sono più,
Ti preghiamo per Massimo Santoro che ci ha lasciato da pochissimo tempo.
È stato uno di noi ed è ancora uno di noi, ci ha aiutato, ha mangiato insieme a noi, ha iniziato a costruire un sogno insieme a noi e noi continueremo a sognare insieme a lui, al suo piccolo figlio e alla moglie che sono nostri fratelli.
Ci hanno dato coraggio quando avevamo paura, abbiamo ricordato insieme il generale Dalla Chiesa e li abbiamo sentiti semplici e poveri come siamo noi.
Gli vogliamo dire che gli vogliamo bene.
Tienilo vicino a te ma lascialo anche vicino anche noi.
Per questo noi ti preghiamo.
Ultimo

Ti preghiamo per speranza.
Facci capire che Isa sta facendo una preghiera.
Facci capire che alla fine della messa, quando noi guarderemo il cestino che lei ha fatto in silenzio, non vedremo un oggetto ma una preghiera.
Una preghiera che si vede, che si tocca e che crea sopravvivenza e questo vale per tutto quello che ognuno di noi fa.
Quando tu vai a portare il pane, quando tu prepari la pizza, quando tu voli il falco, quando lavoriamo nell’orto tutto questo è una preghiera, non è commercio non è speculazione.
Faccelo sentire nel cuore e facci emozionare Gesù.
Ultimo

Signore fa che la famiglia, l’associazione e la comunità cristiana siano luogo di accoglienza di tutte le persone che hanno necessità però dacci anche la fede e il coraggio di credere nella provvidenza.
Per questo noi ti preghiamo.
Gabriele

Per gli allievi carabinieri e per lei che è qua con noi e che li rappresenta.
Perché non abbiano mai paura di camminare accanto alla povera gente, perché non si facciano mai intimidire nonostante la difficoltà del loro cammino.
Perché non si facciano comprare con i premi e non cedano all’ambizione e perché rimangano semplicemente quello che sono, angeli che aiutano chi non ha più niente.
Che diventino speranza per gli altri e mai oppressione, che siano esempio per gli altri.
Che l’unica legge e potere che conoscano sia quello di dare l’esempio agli altri e che per loro il dono più grande sia servire gli altri e non esercitare un potere, perché il grado serve per avere funzioni non per creare barriere di razzismo.
Perché davanti a Dio siamo tutti uguali e siamo tutti fratelli.
Per questo noi ti preghiamo.
Ultimo

Per tutti quelli che pur tra forti difficoltà personali non smettono di prendersi cura di chi gli sta accanto, perché non gli manchi mai la forza.
Preghiamo.
Don Max

PREGHIERA DI STRADA DEL 29 OTTOBRE

Vogliamo pregare per una signora che ha scritto una lunga lettera che è arrivata in questi giorni all’associazione, si chiama Rosa.
Vogliamo pregare per lei, per tutti i soprusi che ha dovuto affrontare nella vita, per tutte le ingiustizie, per tutte quelle volte che hanno calpestato la sua dignità in maniera forte e violenta, perché il Signore le dia continuamente forza e possa trovare ancora fiducia nelle persone che la circondano, le persone che nonostante tutto le vogliono bene e che non si sono rivoltate a lei.
Preghiamo per questo.
Ascoltaci o Signore.
Padre Rovo

Per tutti coloro che non sono amati, in quanto emarginati, poveri, stranieri, deboli, considerati di serie b.
Perché trovino nella nostra presenza che si sforza di essere fedele e concreta il segno del tuo stesso amore Signore.
Per questo ti preghiamo.
Don Max

PREGHIERA DI STRADA DEL 22 OTTOBRE

Affinché possiamo vivere tutte le fasi della nostra crescita come un dono e non come un motivo per angosciarci.
Preghiamo.
Padre Max

Signore dacci sempre questa consapevolezza, come adesso simbolicamente di stare uno accanto all’altro e di non sentirci mai da soli ma sempre amici e guardare a te che sei al centro di questa casa, di questa mensa, perché ci dia forza e speranza per la vita eterna.
Per questo ti voglio pregare.
Petalo

PREGHIERA DI STRADA DEL 15 OTTOBRE

Signore ti preghiamo per Alissa che è ancora in carcere e ti preghiamo perché Michela e Michele hanno scritto una lettera e noi faremo in modo che arrivi nel carcere ad Alissa.
L’hanno scritta insieme ad un carabiniere che è qua con noi e che gli ha fatto vedere come si scrive.
C’è scritto: ciao cara mamma ti vogliamo bene. Michele e Michela.
Fa che Alissa non si senta mai sola e che non abbia mai paura di niente
Per lei e per loro noi ti preghiamo.
Ultimo

Ti preghiamo per Augusto.
Aiutaci a trovare i soldi per comprargli le scarpe oggi, prima di andare via da questa nostra preghiera, da questa nostra festa, da questa nostra elemosina, da questa nostra battaglia, da questa nostra vita.
Ti preghiamo per Marina, fa che tra di noi riusciamo ad ospitarla per questi quattro giorni, appena andiamo via da questa nostra messa, da questa battaglia, da questa festa, perché ha bisogno per questi giorni e dopo potrebbe aver trovato un lavoro e un posto.
Ti chiediamo aiuto Dio, guidaci, fa che troviamo un posto per Marina e ti preghiamo anche per Pino.
Ti rendiamo grazie perché l’hai fatto venire da noi oggi insieme all’asino, lui che sta sempre con gli asini da solo, che non si fa vedere mai e ti chiediamo perdono se non siamo all’altezza della sua generosità.
Per lui noi ti preghiamo.
Ultimo

Signore concedi a tutti noi la capacità di testimoniare la missione che ci hai indicato e dacci attraverso la preghiera, la forza, il coraggio e la fede.
Per questo noi ti preghiamo.
Gabriele

Ti preghiamo per tutte le nostre mamme, i nostri papà e i nostri nonni perché in maniera inconsapevole ci hanno dato nel cuore quello sguardo che ci fa sentire fratelli e che ci dona quella passione per lottare per gli altri.
Ti rendiamo grazie e ti preghiamo perché tutte le persone possano vivere con le mamme e con i nonni e con le persone a cui vogliono bene.
Per questo noi ti preghiamo.
Padre Rovo

Ti preghiamo per i popoli che hai portato qua, ti preghiamo per le signore che hanno attraversato il mare e sono qua con noi, gli vogliamo bene e ti preghiamo affinché non si sentano mai sole.
Ti preghiamo anche per il popolo somalo, per la moglie di Assan che è venuta qua con noi oggi per la prima volta e ci ha portato la dolcezza del popolo somalo e per tutti gli altri popoli che sono vicini.
Per i nostri fratelli zingari e anche per la famiglia di Giuliano che è andato via, è andato in Germania perché non siamo riusciti a creargli una giusta sopravvivenza e ti chiediamo perdono.
Ora siamo insieme ad Ecrem e chiederemo ancora aiuto per dargli una giusta sopravvivenza e non ci ci scoraggeremo.
Per tutto questo noi ti preghiamo.
Ultimo

Preghiamo per Fati perché domani avrà l’udienza per il rinnovo dei documenti.
Dio aiutalo.
L’hai visto lavorare con noi, hai visto che è un uomo buono, aiutalo, fa che andrà tutto bene.
Ultimo

PREGHIERA DI STRADA 8 OTTOBRE 2017:

L’intelligenza e la volontà ci sono d’aiuto in tante cose ma ci sono dei momenti e delle situazioni in cui non sappiamo come fare, non sappiamo cosa fare, non sappiamo cosa scegliere e neanche come agire. Siamo avvolti nell’oscurità o nella nebbia e non sappiamo come uscirne fuori in questi casi è importante poter ricorrere all’aiuto prezioso della preghiera, come una possibile fonte di luce che sta dentro di noi e si materializza solo se impariamo e pregare. In questo senso la preghiera è un’azione indispensabile per attuare il passaggio dalla vita come furto alla vita come dono e dalla vita come violenza alla vita come opera d’arte. Per questo vorrei leggervi la mia preghiera. La pietra che i costruttori avevano disprezzata è diventata la pietra angolare perché è guidata dall’alto e sapeva dove andare, Sapeva anche da dove era venuto e che avrebbe dovuto lasciare la terra con sguardo muto Muta d’aspetto, muta nel tempo ma non muta mai nell’esempio Esempio di pace, di amore, di perdono, esempio sperimentale da ogni uomo così attento da ricordarsi di non essere solo e che l’esistenza di ognuno è un misterioso dono. Scusatemi tutti è che i pensieri cominciano a prendere il volo e la mente diventa un mistico dono, quindi Padre perdonami se da sempre ai pregiudizi e ai dogmi non abbocco, perdona pure chi mi crede uno sciocco. Dacci la forza di poter ondeggiare, il coraggio di continuare a sognare, la grazia di saper dubitare, Madre insegnaci la comprensione da mostrare in ogni situazione, insegnaci la cura e l’attenzione da usare con in figli del mondo, insegnaci ad avere compassione, con passione. A te Jesi, fratello caro, ti voglio ringraziare, imitare e amare non tanto per le storie narrate sulla tua vita perché sai dopo tante traduzioni trovare quel filo rosso delle volte è una gran fatica, Ti ringrazio per la tua perseveranza, per la tua costanza, per aver capito semplicemente che bramare il potere non serve a niente, Che la vita va vissuta in movimento per poter avere il mento parallelo al pavimento altrimenti il cuore diventa cemento e non si tratta di torto o ragione ma solo di credere che la giustizia non sia un’illusione. Silvia
Oh Gesù anche tu sei nato in questa terra bambino Tu che puoi accarezzare il malato Tu che puoi consolare anziani e bambini Tu che sei il divino, sei il divino universale Spingi i guerrieri a deporre le armi Quelle armi che usano con forza brutale Straziano i bambini, donne e le loro carni È la pace che dobbiamo creare Non le bombe a base di nucleare La vita che ci hai dato è creazione Ti prego Signore salvaci dalla distruzione. Beppe
Una preghiera per chi amministra questo nostro mondo, perché più che ai partiti democratici pensi a rendere democratiche democratiche le terre e per chi è conservatore e in tal modo vota pensi a dare agli altri e non a mangiare e masticare con le zanne lunghe i poveri e i poveri lo stesso non pensino a vedere quello degli altri ma pensino a masticare con le zanne lunghe la roba di chi ha. Io oggi voglio pregare per Valentina, perché guarisca e torni presto insieme a noi. Signore, dacci il coraggio di avere pazienza. Dacci il coraggio di non avere fretta di voler stare bene subito, di volerci lavare con l’acqua subito, di voler avere una casa subito, di voler avere una guarigione subito, di voler avere una dignità subito. Dacci il coraggio di non avere fretta e di sopravvivere e vivere con dignità e dacci la saggezza di vedere negli occhi di Augusto, di Assan, di Aoun, di Giulia e dei nostri fratelli che sono nell’albergo occupato, qui accanto alla nostra chiesa, dei nostri fratelli che dormono nella baracca con Giuliano nel fiume… fa che in loro riusciamo a vedere gli angeli. E scusaci se non li vediamo e pure sono cosi vicini a noi. Per questo noi ti preghiamo. Ultimo
Per le nostre mamme, le mamme di tutti, perché gli sia dolce l’ingratitudine dei figli e che l’ingratitudine delle persone ci diventi dolce, ci dia coraggio, forza e non malinconia. Per questo noi ti preghiamo.
Ultimo

PREGHIERA DI STRADA 1 OTTOBRE 2017

Vogliamo rendere onore a Enrico Gagliardi e sua moglie Cristina che nel giorno del loro matrimonio hanno raccolto tremila euro e le hanno donate alla nostra associazione per creare sopravvivenza, volendo rimanere anonimi, però noi ci sentiamo di ringraziarli davanti a Dio sperando che siano di esempio per tante altre giovani coppie.

Antonella 

Per chi non ha neanche più voglia di sopravvivere, per chi ha perso del tutto la fiducia e la speranza, perché attraverso la nostra compagnia, la nostra presenza fedele e concreta possa ritrovare almeno il desiderio di ritentare, di lottare, preghiamo.

Don Max

Per tutti i carabinieri che hanno avuto la grave colpa di stare dalla parte giusta e che per questo sono stati puniti.

Ti preghiamo per non farli sentire mai soli.

Antonella 

Per chi è ancora prigioniero della logica della rivalità, della concorrenza spietata, del tornaconto personale perché abbia il dono del discernimento e anche della misericordia del Padre.

Don Max

Per noi che tutto sommato riusciamo ad andare avanti perché quando siamo sazi della nostra giustizia ci lasciamo interrogare dal giudizio dei più poveri.

Don Max