Ultimo Blog

scrivi sul  Blog di Ultimo

Le parole, come se da carabinieri potessimo affermare qualcosa,
come se da carabinieri potessimo rappresentare qualcosa.
Eppure da carabinieri, la nostra preghiera è la nostra poesia,
è il nostro grido di dolore
per una giustizia lontana che abbiamo voluto donare
a chi non aveva più niente, a chi non voleva più niente.
A volte ci siamo riusciti, a volte no.
In questa battaglia per gli abbandonati, per gli esclusi,
qualche volta siamo caduti,
alcuni di noi si sono perduti o ci hanno lasciato,
ma deve essere chiaro che da soldati, il nostro amore per loro,
il nostro amore per voi, è sempre rimasto intatto.
                        ultimo

15 settembre 2017  

Ultimo: «Stiano sereni, carabinieri non fanno golpe»

Immediata la replica di Ultimo: « Leggo che illustri esponenti politici - tra cui ministri Dario Franceschini, Luigi Zanda, Michele Anzaldi, Pino Pisicchio - paventano colpi di stato e azioni eversive da parte del Capitano Ultimo e di pochi disperati carabinieri che lavorano per un tozzo di pane. Stiano sereni tutti, perché mai abbiamo voluto contrastare Matteo Renzi o altri politici, mai abbiamo voluto alcun potere, mai abbiamo falsificato alcunché». «L'unico golpe che vediamo - prosegue il Capitano Ultimo - è quello perpetrato contro i cittadini della Repubblica, quelli che non hanno una casa, quelli che non hanno un lavoro e quel golpe non lo hanno fatto e non lo fanno i carabinieri». De Caprio sottolinea di non aver mai «svolto indagini al di fuori dei fatti che emergevano direttamente ed esclusivamente dalle persone indagate. Non ho mai avuto esaltazioni o esagitazioni - spiega - a seguito delle indagini da me svolte neanche quando abbiamo arrestato Riina, non abbiamo mai esultato, non abbiamo esploso colpi in aria, non abbiamo fatto caroselli per le strade, mai festeggiato, perché la lotta anticrimine appartiene solo al popolo e noi non usiamo il popolo per i nostri fini, o per avere dei voti, lo serviamo e basta». E, a proposito delle dichiarazioni del Procuratore di Modena, «non ho mai spinto la dottoressa Musti a compiere azioni illegali e non l’ ho mai forzata in nessuna cosa - prosegue il Capitano Ultimo- Abbiamo sempre eseguito le indagini che ha richiesto e ordinato, con lealtà, umiltà e nei limiti delle nostre possibilità umane e professionali. Non ho mai parlato di Matteo Renzi né con la dottoressa Musti né con altri». Ultimo non si accontenta del chiarimento: «Ho dato mandato al mio avvocato Francesco Romito, di agire nelle sedi competenti - conclude il colonnello De Caprio - contro le persone e gli organi di stampa che mi attribuiscono cose che non ho mai detto e azioni che non ho mai compiuto».

scrivi sul  Blog di Ultimo