Chi siamo

BENVENUTO!  Viandante del WEB, viandante della strada.

Siamo i volontari del capitano ultimo, abbiamo aperto una casa famiglia dove vivono 8 ragazzi e intorno a quei ragazzi abbiamo costruito una microeconomia di sopravvivenza alimentata dalle famiglie che ogni fine settimana passano da noi. Abbiamo in affitto un appartamento dove ospitiamo gratuitamente Mario e Rinaldo che si impegnano con noi per sopravvivere.

Tutte le iniziative, tutte le attività, tutti i prodotti realizzati nelle diverse aree laboratorio sono destinati alla sopravvivenza di persone emarginate e abbandonate. Ogni domenica alla Messa nella chiesa  dei poveri, distribuiamo alle persone che vivono e operano con noi, i contributi ottenuti dall’ impegno di noi emarginati e dalla preziosa generosità della comunità che ci ha incontrato durante la settimana.  Produrre la sopravvivenza  delle persone emarginate e abbandonate è tutta la nostra povera preghiera di strada.

ogni  SABATO e DOMENICA

Ti aspettiamo con la tua famiglia, con i tuoi amici, al ristorante
IL MENDICANTE, alla nostra PIZZERIA, ai nostri Laboratori.

Prenota per tempo al 3464386530
il tuo pranzo Equo e solidale con 15 euro 
antipasti, pasta all’ uovo,  secondi di carne e contorni 
   la tua Pizza Non Stop a 10 euro.
cibo di strada a 10 euro 
fritti , arrosticini, carne alla piastra
-prenota on line-

 Tutti i prezzi devono essere intesi solo come indicazione della donazione minima sufficiente per creare sopravvivenza.

La nostra comunità 

“La moltitudine di coloro che erano  venuti alla fede aveva un cuore solo e un’anima sola e nessuno diceva sua proprietà, quello che gli apparteneva, ma ogni cosa era fra loro comune. Nessuno infatti tra loro era bisognoso, perché quanti possedevano campi o case li vendevano, portavano l’importo di ciò che era stato venduto e lo deponevano ai piedi degli apostoli; e poi veniva distribuito a ciascuno secondo il bisogno.”

twitter ultimo 

Eventi


Domenica 20 maggio 2018,  dalle 9.00 alle 13.00 alla casa famiglia, in via tenuta della mistica a Roma, la nostra corsa aperta a tutti, un percorso bellissimo tra ambiente e storia.
La 5^ edizione della corsa “capitano ultimo”.

Riportiamo le parole che ha usato il capitano lo scorso anno per spiegare cosa è questa corsa.

“Volevo ringraziare tutti per l’esempio di semplicità che ci date, grazie ad un gesto grande che è la corsa, che è un modo di stare sulla strada esemplare, umile, forte, pulito e puro. 
Come è pura la miseria della gente che vive per strada, la miseria della gente che vive nell’albergo occupato a 200 metri da noi, come è pura la miseria delle persone che vivono in quelle baracche sul fiume.
Questo è il nostro popolo della periferia, della frontiera , della strada.
E noi siamo orgogliosi di loro, siamo orgogliosi del modo in cui vivono la disperazione, l’abbandono e l’indifferenza di tutti.
Quindi grazie di essere stati qua con noi.
Noi cerchiamo di contrapporci e di superare questa miseria con meccanismi di sopravvivenza, di una solidarietà che crea sopravvivenza.
Lo stiamo facendo proprio grazie e insieme a questa povera gente.
Questo è il nostro modo di concepire la legalità ed è anche il nostro sogno di uno Stato fatto di comunità e non di gruppi di interesse.
Grazie ancora, vi aspettiamo sempre e faremo ancora mille corse nel nostro cuore insieme a voi.
Ora vi vogliamo regalare il volo di un falco e spero che porterete per sempre nel vostro cuore la sua purezza.”

Ultimo

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio all'aperto